FANDOM


(Membri principali)
Riga 1: Riga 1:
Nella serie di quattordici romanzi [[fantasy]] ''[[La Ruota del Tempo]]'' dello scrittore statunitense [[Robert Jordan]], l' '''Ajah Rossa''' è una delle sette società in cui si sono suddivise le [[Aes Sedai]] della [[Torre Bianca]].
+
Nella serie di quattordici romanzi fantasy ''[[La Ruota del Tempo]]'' dello scrittore statunitense [[Robert Jordan]], l' '''Ajah Rossa''' è una delle sette società in cui si sono suddivise le [[Aes Sedai]] della [[Torre Bianca]].
{{Vedi anche|Ajah}}
+
   
 
===Caratteristiche dell'Ajah Rossa===
 
===Caratteristiche dell'Ajah Rossa===
 
L'Ajah Rossa, dopo l'[[Ajah Azzurra|Azzurra]], è stata probabilmente quella meglio descritta dall'autore, anche se inizialmente in maniera poco positiva; infatti nella prima parte della saga, [[Robert Jordan]] ha messo parecchio in cattiva luce questa Ajah, non solo per la presenza al suo interno, di alcuni pessimi personaggi, ma anche perché le sorelle Azzurre, che sono tra le protagoniste dei libri, storicamente risultano delle fiere avversarie delle Rosse e perciò, quasi sempre, presentano queste ultime in maniera molto negativa; però, nella seconda parte della serie, l'autore ha migliorato un poco l’immagine delle Rosse, presentando alcuni personaggi molto più positivi e prospettando addirittura un grande cambiamento per l’Ajah intera.
 
L'Ajah Rossa, dopo l'[[Ajah Azzurra|Azzurra]], è stata probabilmente quella meglio descritta dall'autore, anche se inizialmente in maniera poco positiva; infatti nella prima parte della saga, [[Robert Jordan]] ha messo parecchio in cattiva luce questa Ajah, non solo per la presenza al suo interno, di alcuni pessimi personaggi, ma anche perché le sorelle Azzurre, che sono tra le protagoniste dei libri, storicamente risultano delle fiere avversarie delle Rosse e perciò, quasi sempre, presentano queste ultime in maniera molto negativa; però, nella seconda parte della serie, l'autore ha migliorato un poco l’immagine delle Rosse, presentando alcuni personaggi molto più positivi e prospettando addirittura un grande cambiamento per l’Ajah intera.
   
L’Ajah Rossa è l’Ajah più grande ed ospita da sola circa un quinto di tutte le Aes Sedai (attorno al 20%, pari cioè a poco meno di duecento sorelle); lo scopo primario che questa Ajah si è data, è di proteggere l'umanità da una nuova [[Cronologia della Ruota del Tempo|Frattura del Mondo]], il che voleva dire soprattutto proteggerla dagli uomini che incanalano ''[[saidin]]'', cioè la parte contaminata dell’[[Unico Potere]], che li conduce alla pazzia ed a provocare disastri; le sorelle Rosse hanno quindi dedicato i loro sforzi alla caccia degli incanalatori, per catturarli e portarli alla [[Torre Bianca]] dove, dopo essere stati legalmente giudicati, vengono [[Unico Potere|“domati”]]. Perciò le sorelle Rosse sono da considerare sicuramente tra le [[Aes Sedai]] più coraggiose, avventurose e determinate. Le incanalatrici non sono in grado di percepire direttamente l'uso di ''[[Saidin]]'' e fino all'undicesimo libro le Aes Sedai non avevano ancora inventato tessiture capaci di ovviare a questa mancanza, le sorelle Rosse però già utilizzavano una tessitura capace di leggere i residui lasciati dagli incanalatori maschi. Dopo l’avvento del [[Drago Rinato]] e degli [[Asha'man]], la situazione generale è però mutata radicalmente e quindi alcune Rosse, molto influenti, hanno deciso di rivedere la propria posizione nei confronti degli incanalatori maschi.
+
L’Ajah Rossa è l’Ajah più grande ed ospita da sola circa un quinto di tutte le Aes Sedai (attorno al 20%, pari cioè a poco meno di duecento sorelle); lo scopo primario che questa Ajah si è data, è di proteggere l'umanità da una nuova [[Cronologia della Ruota del Tempo|Frattura del Mondo]], il che voleva dire soprattutto proteggerla dagli uomini che incanalano ''[[saidin]]'', cioè la parte contaminata dell’[[Unico Potere]], che li conduce alla pazzia ed a provocare disastri; le sorelle Rosse hanno quindi dedicato i loro sforzi alla caccia degli incanalatori, per catturarli e portarli alla [[Torre Bianca]] dove, dopo essere stati legalmente giudicati, vengono [[Unico Potere|“domati”]]. Perciò le sorelle Rosse sono da considerare sicuramente tra le [[Aes Sedai]] più coraggiose, avventurose e determinate. Le incanalatrici non sono in grado di percepire direttamente l'uso di ''[[Saidin]]'' e fino all'undicesimo libro le Aes Sedai non avevano ancora inventato tessiture capaci di ovviare a questa mancanza, le sorelle Rosse però già utilizzavano una tessitura capace di leggere i residui lasciati dagli incanalatori maschi. Dopo l’avvento del [[Drago Rinato]] e degli [[Asha'man]], la situazione generale è però mutata radicalmente e quindi alcune Rosse, molto influenti, hanno deciso di rivedere la propria posizione nei confronti degli incanalatori maschi.
   
 
Il difetto principale che si riscontra spesso, tra molte delle sorelle Rosse, è una certa avversione nei confronti del sesso maschile e tra di loro ce ne sono alcune che proprio disprezzano gli uomini, ritenendo, a torto, che tutti i maschi, con il loro atteggiamento, siano in qualche modo responsabili della [[Frattura del Mondo]] (al contrario sembra invece che tra queste [[Aes Sedai]] sia spesso diffuso l’amore tra donne). Addirittura alcune esponenti dell'Ajah Rossa (come [[Elaida]]) pensano persino che gli uomini che possono incanalare sono dei miscredenti, dannati dalla Luce per la loro malvagità.
 
Il difetto principale che si riscontra spesso, tra molte delle sorelle Rosse, è una certa avversione nei confronti del sesso maschile e tra di loro ce ne sono alcune che proprio disprezzano gli uomini, ritenendo, a torto, che tutti i maschi, con il loro atteggiamento, siano in qualche modo responsabili della [[Frattura del Mondo]] (al contrario sembra invece che tra queste [[Aes Sedai]] sia spesso diffuso l’amore tra donne). Addirittura alcune esponenti dell'Ajah Rossa (come [[Elaida]]) pensano persino che gli uomini che possono incanalare sono dei miscredenti, dannati dalla Luce per la loro malvagità.
Riga 13: Riga 13:
 
Il sistema di occhi-ed-orecchie (cioè di informazione e spionaggio) delle Rosse è ben sviluppato, ma i suoi agenti sono soprattutto indirizzati a segnalare la presenza di uomini in grado di incanalare, quindi segnalare l'insorgere di caos o di tumulti o anche l'accadere di fatti stravaganti, attribuibili all'uso improprio e pericoloso dell'[[Unico Potere]]. Il capo di questa Ajah viene chiamata ''The Higest'' (l’Altissima) ed esercita una autorità assoluta sulle altre appartenenti. Galina Casban è stata l’Altissima negli ultimi quindici/venti anni ma, dopo la sua scomparsa, al suo posto è stata eletta Tsutama Rath.
 
Il sistema di occhi-ed-orecchie (cioè di informazione e spionaggio) delle Rosse è ben sviluppato, ma i suoi agenti sono soprattutto indirizzati a segnalare la presenza di uomini in grado di incanalare, quindi segnalare l'insorgere di caos o di tumulti o anche l'accadere di fatti stravaganti, attribuibili all'uso improprio e pericoloso dell'[[Unico Potere]]. Il capo di questa Ajah viene chiamata ''The Higest'' (l’Altissima) ed esercita una autorità assoluta sulle altre appartenenti. Galina Casban è stata l’Altissima negli ultimi quindici/venti anni ma, dopo la sua scomparsa, al suo posto è stata eletta Tsutama Rath.
   
Pur essendo l'Ajah più grande, la Rossa non è più riuscita, nell'arco degli ultimi mille anni (e fino ai tempi più recenti), a far eleggere una [[Amyrlin Seat]] tra le proprie aderenti; [[Siuan Sanche]] ha attribuito questa presunta inadeguatezza delle sorelle Rosse alla carica di Amyrlin Seat, alle disastrose esperienze avute con due [[Amyrlin]] provenienti da questa Ajah; entrambe furono pubblicamente deposte e [[quietate]] e l'ultima fu sostituita da un'Amyrlin proveniente dall'Ajah Azzurra, dando così origine alla inestinguibile inimicizia tra queste due Ajah.
+
Pur essendo l'Ajah più grande, la Rossa non è più riuscita, nell'arco degli ultimi mille anni (e fino ai tempi più recenti), a far eleggere una [[Amyrlin Seat]] tra le proprie aderenti; [[Siuan Sanche]] ha attribuito questa presunta inadeguatezza delle sorelle Rosse alla carica di Amyrlin Seat, alle disastrose esperienze avute con due [[Amyrlin]] provenienti da questa Ajah; entrambe furono pubblicamente deposte e ''[[quietate]]'' e l'ultima fu sostituita da un'Amyrlin proveniente dall'Ajah Azzurra, dando così origine alla inestinguibile inimicizia tra queste due Ajah.
   
 
Inoltre, ad accrescere ulteriormente questa inimicizia, è capitato che all'incirca quindici anni prima dell'inizio della saga, la nuova [[Amyrlin Seat]], Marith Jaen proveniente dalle Azzurre, rimosse dalla loro posizione le tre Adunanti Rosse dell'epoca e quindi le inviò in esilio in tre diverse fattorie, a lavorare duramente; questo come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di molte ''[[Unico Potere|domature]]'' illegali (tra queste, quella del nipote di [[Thom Merrilin]]) e forse anche perché l'Ajah fu coinvolta nell'uccisione della precedente [[Amyrlin]], Sierin Vayu.
 
Inoltre, ad accrescere ulteriormente questa inimicizia, è capitato che all'incirca quindici anni prima dell'inizio della saga, la nuova [[Amyrlin Seat]], Marith Jaen proveniente dalle Azzurre, rimosse dalla loro posizione le tre Adunanti Rosse dell'epoca e quindi le inviò in esilio in tre diverse fattorie, a lavorare duramente; questo come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di molte ''[[Unico Potere|domature]]'' illegali (tra queste, quella del nipote di [[Thom Merrilin]]) e forse anche perché l'Ajah fu coinvolta nell'uccisione della precedente [[Amyrlin]], Sierin Vayu.
Riga 21: Riga 21:
 
Tra le rosse più importanti possiamo ricordare:
 
Tra le rosse più importanti possiamo ricordare:
 
*[[Elaida do Avriny a'Roihan|'''Elaida do Avriny a'Roihan''']] viene eletta [[Amyrlin Seat]] dopo il colpo di stato che ha deposto [[Siuan Sanche]], viene però riconosciuta solo da circa un terzo delle [[Aes Sedai]]; ha circa 50 anni
 
*[[Elaida do Avriny a'Roihan|'''Elaida do Avriny a'Roihan''']] viene eletta [[Amyrlin Seat]] dopo il colpo di stato che ha deposto [[Siuan Sanche]], viene però riconosciuta solo da circa un terzo delle [[Aes Sedai]]; ha circa 50 anni
*'''Tarna Feir''' compare già nel [[prequel]] "''[[Nuova Primavera]]''" dove è ancora una Ammessa quando [[Siuan]] e [[Moiraine]] ottengono lo scialle; dopo la spaccatura della [[Torre Bianca]], Tarna viene mandata come ambasciatrice di [[Elaida]] presso le ribelli a [[Salidar]], ma le sue proposte di riappacificazione vengono accolte con dei temporeggiamenti. Sempre a Salidar Tarna si incontra con Elayne e Nynaeve e propone a quest'ultima di aiutarla a liberarsi del suo blocco. Al suo ritorno a [[Tar Valon]], viene nominata come nuova [[Custode degli Annali]] per [[Elaida]], poiché quest'ultima è riuscita a rimuovere [[Alviarin]] da quella posizione; Tarna accetta malvolentieri questo prestigioso incarico, anche perché non si trova a condividere molto della politica disastrosa di [[Elaida]], alla fine però è comunque costretta ad adeguarsi alla situazione e fa del suo meglio per cercare di riparare ai guasti lasciati da Alviarin; inoltre Tarna, dopo aver incontrato diversi [[Asha'man]] durante il suo viaggio di ritorno verso [[Tar Valon]], capisce che d'ora in avanti sarà impossibile procedere con gli incanalatori maschi come in precedenza, perciò propone coraggiosamente di iniziare a legare alcuni di questi incanalatori come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]] ed incredibilmente il capo dell'Ajah, Tsutama, accetta il suo piano. Di conseguenza Tarna viene scelta nel gruppo di Rosse che si recano alla Torre Nera al seguito di Pevara. Tarna ha circa 50 anni e viene descritta come fredda e distaccata, dagli occhi azzurro ghiaccio
+
*'''Tarna Feir''' compare già nel ''prequel'' "''[[Nuova Primavera]]''" dove è ancora una Ammessa quando [[Siuan]] e [[Moiraine]] ottengono lo scialle; dopo la spaccatura della [[Torre Bianca]], Tarna viene mandata come ambasciatrice di [[Elaida]] presso le ribelli a [[Salidar]], ma le sue proposte di riappacificazione vengono accolte con dei temporeggiamenti. Sempre a Salidar Tarna si incontra con Elayne e Nynaeve e propone a quest'ultima di aiutarla a liberarsi del suo blocco. Al suo ritorno a [[Tar Valon]], viene nominata come nuova [[Custode degli Annali]] per [[Elaida]], poiché quest'ultima è riuscita a rimuovere [[Alviarin]] da quella posizione; Tarna accetta malvolentieri questo prestigioso incarico, anche perché non si trova a condividere molto della politica disastrosa di [[Elaida]], alla fine però è comunque costretta ad adeguarsi alla situazione e fa del suo meglio per cercare di riparare ai guasti lasciati da Alviarin; inoltre Tarna, dopo aver incontrato diversi [[Asha'man]] durante il suo viaggio di ritorno verso [[Tar Valon]], capisce che d'ora in avanti sarà impossibile procedere con gli incanalatori maschi come in precedenza, perciò propone coraggiosamente di iniziare a legare alcuni di questi incanalatori come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]] ed incredibilmente il capo dell'Ajah, Tsutama, accetta il suo piano. Di conseguenza Tarna viene scelta nel gruppo di Rosse che si recano alla Torre Nera al seguito di Pevara. Tarna ha circa 50 anni e viene descritta come fredda e distaccata, dagli occhi azzurro ghiaccio
 
*'''Pevara Tazanovni''' ha quasi 170 anni ed è Kandori, ha una corporatura rotondetta ma è di bell'aspetto, con occhi neri; ha un carattere piuttosto allegro ma è anche una anziana [[Adunante]], molto seria e dura quando necessario; Pevara come Rossa è di idee piuttosto aperte, tanto che non si era fatta problemi, nel passato, di proporre anche per la sua Ajah di legare [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], vista l'utilità di avere braccia maschili a disposizione. Pevara viene coinvolta dalla sua vecchia amica ed [[Adunante]] Seaine, nella caccia delle sorelle dell’[[Ajah Nera]] dentro alla Torre Bianca (assieme anche ad altre Adunanti: Yukiri, Doesine e Saerin, più altre sorelle). Nell'undicesimo libro, il capo dell'Ajah, Tsutama, le ordina di guidare altre cinque Rosse alla [[Asha'man|Torre Nera]] per perseguire il piano, suggerito da Tarna (un piano che Pevara stessa ha inizialmente approvato ed appoggiato); perciò Pevara richiede a [[Mazrim Taim]] di legare alcuni [[Asha'man]] come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], Taim accetta ma ancora non si conoscono le conseguenze del gesto
 
*'''Pevara Tazanovni''' ha quasi 170 anni ed è Kandori, ha una corporatura rotondetta ma è di bell'aspetto, con occhi neri; ha un carattere piuttosto allegro ma è anche una anziana [[Adunante]], molto seria e dura quando necessario; Pevara come Rossa è di idee piuttosto aperte, tanto che non si era fatta problemi, nel passato, di proporre anche per la sua Ajah di legare [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], vista l'utilità di avere braccia maschili a disposizione. Pevara viene coinvolta dalla sua vecchia amica ed [[Adunante]] Seaine, nella caccia delle sorelle dell’[[Ajah Nera]] dentro alla Torre Bianca (assieme anche ad altre Adunanti: Yukiri, Doesine e Saerin, più altre sorelle). Nell'undicesimo libro, il capo dell'Ajah, Tsutama, le ordina di guidare altre cinque Rosse alla [[Asha'man|Torre Nera]] per perseguire il piano, suggerito da Tarna (un piano che Pevara stessa ha inizialmente approvato ed appoggiato); perciò Pevara richiede a [[Mazrim Taim]] di legare alcuni [[Asha'man]] come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], Taim accetta ma ancora non si conoscono le conseguenze del gesto
 
*'''Toveine Gazal''' ha superato i 100 anni ed è una ex [[Adunante]]; circa quindici anni prima, assieme a Lirene e Tsutama, venne severamente punita e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di domature illegali (e forse anche di altri comportamenti illeciti, come il coinvolgimento nell'uccisione dell'[[Amyrlin]] Sierin Vayu). Toveine viene richiamata dall'esilio da [[Elaida]], quindi mandata da quest'ultima a distruggere la [[Asha'man|Torre Nera]] al comando di una cinquantina di sorelle; le informazioni ricevute da Elaida sono però scorrette, perciò Toveine viene facilmente fermata e catturata da [[Logain Ablar]], che la [[Custodi delle Aes Sedai|lega]] addirittura con un [[Custodi delle Aes Sedai|legame da Custode]]; Toveine perciò si ripromette di vendicarsi di Elaida, non solo per i guai in cui l'ha cacciata recentemente, ma anche per il fatto che quindici anni addietro, pur essendo altrettanto colpevole, non venne punita assieme a lei; di conseguenza Toveine invia una dettagliatissima lettera all'Altissima dell'Ajah (che lei crede sia ancora Galina), sottolineando le colpe di Elaida nell'organizzare la spedizione e rivelando anche che Logain è stato guarito dalla ''[[Domatura]]''. Quando Logain se ne va dalla Torre Nera, porta Toveine con se' e lei lo segue in quasi tutti gli eventi successivi
 
*'''Toveine Gazal''' ha superato i 100 anni ed è una ex [[Adunante]]; circa quindici anni prima, assieme a Lirene e Tsutama, venne severamente punita e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di domature illegali (e forse anche di altri comportamenti illeciti, come il coinvolgimento nell'uccisione dell'[[Amyrlin]] Sierin Vayu). Toveine viene richiamata dall'esilio da [[Elaida]], quindi mandata da quest'ultima a distruggere la [[Asha'man|Torre Nera]] al comando di una cinquantina di sorelle; le informazioni ricevute da Elaida sono però scorrette, perciò Toveine viene facilmente fermata e catturata da [[Logain Ablar]], che la [[Custodi delle Aes Sedai|lega]] addirittura con un [[Custodi delle Aes Sedai|legame da Custode]]; Toveine perciò si ripromette di vendicarsi di Elaida, non solo per i guai in cui l'ha cacciata recentemente, ma anche per il fatto che quindici anni addietro, pur essendo altrettanto colpevole, non venne punita assieme a lei; di conseguenza Toveine invia una dettagliatissima lettera all'Altissima dell'Ajah (che lei crede sia ancora Galina), sottolineando le colpe di Elaida nell'organizzare la spedizione e rivelando anche che Logain è stato guarito dalla ''[[Domatura]]''. Quando Logain se ne va dalla Torre Nera, porta Toveine con se' e lei lo segue in quasi tutti gli eventi successivi
Riga 27: Riga 27:
 
*'''Sashalle Anderly''' partecipò alla spedizione organizzata da [[Elaida]] per catturare il [[Drago Rinato]] a [[Cairhien]]; successivamente venne accidentalmente [[Unico Potere|quietata]] da [[Rand al'Thor]] nel corso della [[battaglia dei Pozzi di Dumai]]; tenuta in custodia a [[Cairhien]] dalla Sapienti [[Aiel]], è stata però guarita completamente da [[Asha'man|Damer Flinn]] (la sua stessa sorte è stata seguita dalle altre quietate come lei: Ronaille Vevanios e Irgain Fatamed); in seguito perciò ha giurato fedeltà al [[Drago Rinato]] e, trovandosi più in alto di tutte le sorelle nella gerarchia ed avendo l'appoggio della Sapienti Aiel, cerca di guidare le altre Aes Sedai rimaste a [[Cairhien]]; si intromette perciò negli affari di [[Lord Dobraine]] (Sovrintendente del Drago nel Regno) e di Samitsu (l'[[Aes Sedai]] lasciata da [[Cadsuane]] a gestire gli affari di [[Cairhien]]); Sashalle ha informato dettagliatamente la sua Ajah, a proposito della sua guarigione e di quella di Logain dalla [[quietatura]]/[[domatura]], inoltre del fatto che le sorelle inviate contro la Torre Nera, sono state legate come Custodi
 
*'''Sashalle Anderly''' partecipò alla spedizione organizzata da [[Elaida]] per catturare il [[Drago Rinato]] a [[Cairhien]]; successivamente venne accidentalmente [[Unico Potere|quietata]] da [[Rand al'Thor]] nel corso della [[battaglia dei Pozzi di Dumai]]; tenuta in custodia a [[Cairhien]] dalla Sapienti [[Aiel]], è stata però guarita completamente da [[Asha'man|Damer Flinn]] (la sua stessa sorte è stata seguita dalle altre quietate come lei: Ronaille Vevanios e Irgain Fatamed); in seguito perciò ha giurato fedeltà al [[Drago Rinato]] e, trovandosi più in alto di tutte le sorelle nella gerarchia ed avendo l'appoggio della Sapienti Aiel, cerca di guidare le altre Aes Sedai rimaste a [[Cairhien]]; si intromette perciò negli affari di [[Lord Dobraine]] (Sovrintendente del Drago nel Regno) e di Samitsu (l'[[Aes Sedai]] lasciata da [[Cadsuane]] a gestire gli affari di [[Cairhien]]); Sashalle ha informato dettagliatamente la sua Ajah, a proposito della sua guarigione e di quella di Logain dalla [[quietatura]]/[[domatura]], inoltre del fatto che le sorelle inviate contro la Torre Nera, sono state legate come Custodi
 
*'''Silviana Brehon''' è stata scelta da [[Elaida]] come la sua [[Maestra delle Novizie]] nella [[Torre Bianca]]; è molto dura e severa nell'impartire le punizioni, ma viene da tutti considerata giusta. Dopo che [[Egwene]] è stata catturata e viene ridotta nuovamente al rango di una Novizia, Silviana si è ripromessa di ridurre a più miti consigli la giovane donna che non accetta la situazione, perciò Silviana la punisce molto severamente e ripetutamente ogni giorno e la minaccia anche di usare più volte al giorno la guarigione, per poter ricominciare a punirla di nuovo, a causa della sua continua ribellione; alla fine però Silviana si convince e si rassegna sempre più al fatto di non poter piegare la volontà ferrea di [[Egwene]] ed inizia anzi a provare un certo rispetto per lei, sia per il suo stoicismo, che per le sue convinzioni su ciò che sia giusto e sbagliato per la Torre e sui guai che Elaida ha provocato. Nel XII libro Silviana prende apertamente le difese di Egwene di fronte ad Elaida ed al Consiglio, perciò Elaida la destituisce e la fa imprigionare, provocando però anche una grave spaccatura nella stessa Ajah Rossa. Quando Egwene riunifica la Torre e viene rieletta come unica Amyrlin, fa liberare Silviana e la nomina come sua nuova [[Custode degli Annali]], perché è stata l'unica sorella ad avere avuto il coraggio di ribellarsi ai guasti provocati da Elaida e perché, in quanto rossa, può fungere da collegamento con questa Ajah, a lei finora avversa; nel ruolo di Custode degli Annali, Silviana si dimostra subito molto competente
 
*'''Silviana Brehon''' è stata scelta da [[Elaida]] come la sua [[Maestra delle Novizie]] nella [[Torre Bianca]]; è molto dura e severa nell'impartire le punizioni, ma viene da tutti considerata giusta. Dopo che [[Egwene]] è stata catturata e viene ridotta nuovamente al rango di una Novizia, Silviana si è ripromessa di ridurre a più miti consigli la giovane donna che non accetta la situazione, perciò Silviana la punisce molto severamente e ripetutamente ogni giorno e la minaccia anche di usare più volte al giorno la guarigione, per poter ricominciare a punirla di nuovo, a causa della sua continua ribellione; alla fine però Silviana si convince e si rassegna sempre più al fatto di non poter piegare la volontà ferrea di [[Egwene]] ed inizia anzi a provare un certo rispetto per lei, sia per il suo stoicismo, che per le sue convinzioni su ciò che sia giusto e sbagliato per la Torre e sui guai che Elaida ha provocato. Nel XII libro Silviana prende apertamente le difese di Egwene di fronte ad Elaida ed al Consiglio, perciò Elaida la destituisce e la fa imprigionare, provocando però anche una grave spaccatura nella stessa Ajah Rossa. Quando Egwene riunifica la Torre e viene rieletta come unica Amyrlin, fa liberare Silviana e la nomina come sua nuova [[Custode degli Annali]], perché è stata l'unica sorella ad avere avuto il coraggio di ribellarsi ai guasti provocati da Elaida e perché, in quanto rossa, può fungere da collegamento con questa Ajah, a lei finora avversa; nel ruolo di Custode degli Annali, Silviana si dimostra subito molto competente
*'''Tsutama Rath''' come già anticipato, è attualmente l'Altissima a capo dell'Ajah Rossa. Era già comparsa brevemente nel [[prequel]] "''[[Nuova Primavera]]''", dove viene definita bellissima, dagli occhi duri e fieri, con lunghi capelli neri ed un gran seno. In ''[[Nuova Primavera]]'' è la settima [[Adunante]] a prendere da parte [[Moiraine]] nella stessa giornata per parlarle di [[Cairhien]], ma è la prima a chiederle esplicitamente se ha mai preso in considerazione di diventare regina di [[Cairhien]] lei stessa. A partire dal settimo libro, si viene a sapere che Tsutama è ormai una ex [[Adunante]] e che, circa quindici anni addietro, assieme a Lirene e Toveine, venne rimossa dalla sua posizione e severamente castigata e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali. Negli ultimi libri pubblicati si viene a sapere che Tsutama è stata richiamata dall'esilio e che è stata eletta come nuovo capo dell'Ajah, dopo la scomparsa di Galina. Come Altissima, Tsutama, viene descritta da Pevara come una persona dal nervosismo tenuto a freno a mala pena, molto più feroce di quanto fosse stata e fin troppo amante del lusso, forse perché nei molti anni di esilio, ha dovuto subire molte privazioni. Comunque Tustama prende atto delle ormai indifendibili e disastrose azioni di [[Elaida]] e della nuova situazione venutasi a creare con gli incanalatori maschi, perciò appoggia l'idea di Tarna di fare legare come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]] delle Rosse alcuni [[Asha'man]] (e nonostante lei non ami affatto il genere maschile), di conseguenza incarica l'[[Adunante]] Pevara di raccogliere un adeguato numero di sorelle e di compiere questa delicata e pericolosa missione; Tsutama ha superato i 100 anni di età
+
*'''Tsutama Rath''' come già anticipato, è attualmente l'Altissima a capo dell'Ajah Rossa. Era già comparsa brevemente nel ''prequel'' "''[[Nuova Primavera]]''", dove viene definita bellissima, dagli occhi duri e fieri, con lunghi capelli neri ed un gran seno. In ''[[Nuova Primavera]]'' è la settima [[Adunante]] a prendere da parte [[Moiraine]] nella stessa giornata per parlarle di [[Cairhien]], ma è la prima a chiederle esplicitamente se ha mai preso in considerazione di diventare regina di [[Cairhien]] lei stessa. A partire dal settimo libro, si viene a sapere che Tsutama è ormai una ex [[Adunante]] e che, circa quindici anni addietro, assieme a Lirene e Toveine, venne rimossa dalla sua posizione e severamente castigata e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali. Negli ultimi libri pubblicati si viene a sapere che Tsutama è stata richiamata dall'esilio e che è stata eletta come nuovo capo dell'Ajah, dopo la scomparsa di Galina. Come Altissima, Tsutama, viene descritta da Pevara come una persona dal nervosismo tenuto a freno a mala pena, molto più feroce di quanto fosse stata e fin troppo amante del lusso, forse perché nei molti anni di esilio, ha dovuto subire molte privazioni. Comunque Tustama prende atto delle ormai indifendibili e disastrose azioni di [[Elaida]] e della nuova situazione venutasi a creare con gli incanalatori maschi, perciò appoggia l'idea di Tarna di fare legare come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]] delle Rosse alcuni [[Asha'man]] (e nonostante lei non ami affatto il genere maschile), di conseguenza incarica l'[[Adunante]] Pevara di raccogliere un adeguato numero di sorelle e di compiere questa delicata e pericolosa missione; Tsutama ha superato i 100 anni di età
 
*'''Javindhra Doraille''' ha superato i 100 anni di età ed ha una personalità particolarmente dura; è un'[[Adunante]] che partecipa alla deposizione di [[Siuan]] ed all'elezione di [[Elaida]]; nell'undicesimo libro, su ordine di Tsutama, segue Tarna e Pevara ed altre sorelle nel proporre a [[Mazrim Taim]] di legare alcuni Asha'man come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], un piano che comunque Javindhra aveva discusso ed alla fine accettato
 
*'''Javindhra Doraille''' ha superato i 100 anni di età ed ha una personalità particolarmente dura; è un'[[Adunante]] che partecipa alla deposizione di [[Siuan]] ed all'elezione di [[Elaida]]; nell'undicesimo libro, su ordine di Tsutama, segue Tarna e Pevara ed altre sorelle nel proporre a [[Mazrim Taim]] di legare alcuni Asha'man come [[Custodi delle Aes Sedai|Custodi]], un piano che comunque Javindhra aveva discusso ed alla fine accettato
 
*'''Lirene Doirellin''' ha superato i cento anni di età ed è Cairhienese e come tale risulta molto minuta; all'incirca quindici anni prima Lirene era una [[Adunante]], che venne severamente castigata e mandata in esilio, assieme a Tsutama e Toveine, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali; nel libro undicesimo la ritroviamo alla [[Torre Bianca]], ritornata dall'esilio e delle tre adunanti esiliate è quella che ha avuto il carattere più provato; durante una lezione tenuta ad [[Egwene]], ridotta nuovamente al rango di novizia, Lirene si lascia sfuggire che [[Elaida]] ha compiuto degli errori davvero fatali
 
*'''Lirene Doirellin''' ha superato i cento anni di età ed è Cairhienese e come tale risulta molto minuta; all'incirca quindici anni prima Lirene era una [[Adunante]], che venne severamente castigata e mandata in esilio, assieme a Tsutama e Toveine, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali; nel libro undicesimo la ritroviamo alla [[Torre Bianca]], ritornata dall'esilio e delle tre adunanti esiliate è quella che ha avuto il carattere più provato; durante una lezione tenuta ad [[Egwene]], ridotta nuovamente al rango di novizia, Lirene si lascia sfuggire che [[Elaida]] ha compiuto degli errori davvero fatali
Riga 77: Riga 77:
 
# Turese (giovane sorella messa a guardia della stanza di Egwene nel Libro XII)
 
# Turese (giovane sorella messa a guardia della stanza di Egwene nel Libro XII)
 
# Vayelle Kamsa (catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
 
# Vayelle Kamsa (catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
 
{{La Ruota del Tempo}}
 
 
 
[[Categoria:La Ruota del Tempo]]
 
[[Categoria:La Ruota del Tempo]]

Revisione delle 18:59, set 30, 2010

Nella serie di quattordici romanzi fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan, l' Ajah Rossa è una delle sette società in cui si sono suddivise le Aes Sedai della Torre Bianca.


Caratteristiche dell'Ajah Rossa

L'Ajah Rossa, dopo l'Azzurra, è stata probabilmente quella meglio descritta dall'autore, anche se inizialmente in maniera poco positiva; infatti nella prima parte della saga, Robert Jordan ha messo parecchio in cattiva luce questa Ajah, non solo per la presenza al suo interno, di alcuni pessimi personaggi, ma anche perché le sorelle Azzurre, che sono tra le protagoniste dei libri, storicamente risultano delle fiere avversarie delle Rosse e perciò, quasi sempre, presentano queste ultime in maniera molto negativa; però, nella seconda parte della serie, l'autore ha migliorato un poco l’immagine delle Rosse, presentando alcuni personaggi molto più positivi e prospettando addirittura un grande cambiamento per l’Ajah intera.

L’Ajah Rossa è l’Ajah più grande ed ospita da sola circa un quinto di tutte le Aes Sedai (attorno al 20%, pari cioè a poco meno di duecento sorelle); lo scopo primario che questa Ajah si è data, è di proteggere l'umanità da una nuova Frattura del Mondo, il che voleva dire soprattutto proteggerla dagli uomini che incanalano saidin, cioè la parte contaminata dell’Unico Potere, che li conduce alla pazzia ed a provocare disastri; le sorelle Rosse hanno quindi dedicato i loro sforzi alla caccia degli incanalatori, per catturarli e portarli alla Torre Bianca dove, dopo essere stati legalmente giudicati, vengono “domati”. Perciò le sorelle Rosse sono da considerare sicuramente tra le Aes Sedai più coraggiose, avventurose e determinate. Le incanalatrici non sono in grado di percepire direttamente l'uso di Saidin e fino all'undicesimo libro le Aes Sedai non avevano ancora inventato tessiture capaci di ovviare a questa mancanza, le sorelle Rosse però già utilizzavano una tessitura capace di leggere i residui lasciati dagli incanalatori maschi. Dopo l’avvento del Drago Rinato e degli Asha'man, la situazione generale è però mutata radicalmente e quindi alcune Rosse, molto influenti, hanno deciso di rivedere la propria posizione nei confronti degli incanalatori maschi.

Il difetto principale che si riscontra spesso, tra molte delle sorelle Rosse, è una certa avversione nei confronti del sesso maschile e tra di loro ce ne sono alcune che proprio disprezzano gli uomini, ritenendo, a torto, che tutti i maschi, con il loro atteggiamento, siano in qualche modo responsabili della Frattura del Mondo (al contrario sembra invece che tra queste Aes Sedai sia spesso diffuso l’amore tra donne). Addirittura alcune esponenti dell'Ajah Rossa (come Elaida) pensano persino che gli uomini che possono incanalare sono dei miscredenti, dannati dalla Luce per la loro malvagità.

Per antichissima tradizione le sorelle Rosse non legano alcun Custode, ultimamente però, il capo dell'Ajah ed alcuni altri importanti esponenti delle Rosse, hanno riveduto questo atteggiamento; non si sa però se il loro intento di legare alcuni Asha'man come Custodi, avrà successo o porterà ad un disastro. Sempre per antica tradizione, all’interno dell’Ajah Rossa, viene scoraggiata l’amicizia con Aes Sedai appartenenti ad altre Ajah.

Il sistema di occhi-ed-orecchie (cioè di informazione e spionaggio) delle Rosse è ben sviluppato, ma i suoi agenti sono soprattutto indirizzati a segnalare la presenza di uomini in grado di incanalare, quindi segnalare l'insorgere di caos o di tumulti o anche l'accadere di fatti stravaganti, attribuibili all'uso improprio e pericoloso dell'Unico Potere. Il capo di questa Ajah viene chiamata The Higest (l’Altissima) ed esercita una autorità assoluta sulle altre appartenenti. Galina Casban è stata l’Altissima negli ultimi quindici/venti anni ma, dopo la sua scomparsa, al suo posto è stata eletta Tsutama Rath.

Pur essendo l'Ajah più grande, la Rossa non è più riuscita, nell'arco degli ultimi mille anni (e fino ai tempi più recenti), a far eleggere una Amyrlin Seat tra le proprie aderenti; Siuan Sanche ha attribuito questa presunta inadeguatezza delle sorelle Rosse alla carica di Amyrlin Seat, alle disastrose esperienze avute con due Amyrlin provenienti da questa Ajah; entrambe furono pubblicamente deposte e quietate e l'ultima fu sostituita da un'Amyrlin proveniente dall'Ajah Azzurra, dando così origine alla inestinguibile inimicizia tra queste due Ajah.

Inoltre, ad accrescere ulteriormente questa inimicizia, è capitato che all'incirca quindici anni prima dell'inizio della saga, la nuova Amyrlin Seat, Marith Jaen proveniente dalle Azzurre, rimosse dalla loro posizione le tre Adunanti Rosse dell'epoca e quindi le inviò in esilio in tre diverse fattorie, a lavorare duramente; questo come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di molte domature illegali (tra queste, quella del nipote di Thom Merrilin) e forse anche perché l'Ajah fu coinvolta nell'uccisione della precedente Amyrlin, Sierin Vayu.

Membri principali

Tra le rosse più importanti possiamo ricordare:

  • Elaida do Avriny a'Roihan viene eletta Amyrlin Seat dopo il colpo di stato che ha deposto Siuan Sanche, viene però riconosciuta solo da circa un terzo delle Aes Sedai; ha circa 50 anni
  • Tarna Feir compare già nel prequel "Nuova Primavera" dove è ancora una Ammessa quando Siuan e Moiraine ottengono lo scialle; dopo la spaccatura della Torre Bianca, Tarna viene mandata come ambasciatrice di Elaida presso le ribelli a Salidar, ma le sue proposte di riappacificazione vengono accolte con dei temporeggiamenti. Sempre a Salidar Tarna si incontra con Elayne e Nynaeve e propone a quest'ultima di aiutarla a liberarsi del suo blocco. Al suo ritorno a Tar Valon, viene nominata come nuova Custode degli Annali per Elaida, poiché quest'ultima è riuscita a rimuovere Alviarin da quella posizione; Tarna accetta malvolentieri questo prestigioso incarico, anche perché non si trova a condividere molto della politica disastrosa di Elaida, alla fine però è comunque costretta ad adeguarsi alla situazione e fa del suo meglio per cercare di riparare ai guasti lasciati da Alviarin; inoltre Tarna, dopo aver incontrato diversi Asha'man durante il suo viaggio di ritorno verso Tar Valon, capisce che d'ora in avanti sarà impossibile procedere con gli incanalatori maschi come in precedenza, perciò propone coraggiosamente di iniziare a legare alcuni di questi incanalatori come Custodi ed incredibilmente il capo dell'Ajah, Tsutama, accetta il suo piano. Di conseguenza Tarna viene scelta nel gruppo di Rosse che si recano alla Torre Nera al seguito di Pevara. Tarna ha circa 50 anni e viene descritta come fredda e distaccata, dagli occhi azzurro ghiaccio
  • Pevara Tazanovni ha quasi 170 anni ed è Kandori, ha una corporatura rotondetta ma è di bell'aspetto, con occhi neri; ha un carattere piuttosto allegro ma è anche una anziana Adunante, molto seria e dura quando necessario; Pevara come Rossa è di idee piuttosto aperte, tanto che non si era fatta problemi, nel passato, di proporre anche per la sua Ajah di legare Custodi, vista l'utilità di avere braccia maschili a disposizione. Pevara viene coinvolta dalla sua vecchia amica ed Adunante Seaine, nella caccia delle sorelle dell’Ajah Nera dentro alla Torre Bianca (assieme anche ad altre Adunanti: Yukiri, Doesine e Saerin, più altre sorelle). Nell'undicesimo libro, il capo dell'Ajah, Tsutama, le ordina di guidare altre cinque Rosse alla Torre Nera per perseguire il piano, suggerito da Tarna (un piano che Pevara stessa ha inizialmente approvato ed appoggiato); perciò Pevara richiede a Mazrim Taim di legare alcuni Asha'man come Custodi, Taim accetta ma ancora non si conoscono le conseguenze del gesto
  • Toveine Gazal ha superato i 100 anni ed è una ex Adunante; circa quindici anni prima, assieme a Lirene e Tsutama, venne severamente punita e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, resasi colpevole di domature illegali (e forse anche di altri comportamenti illeciti, come il coinvolgimento nell'uccisione dell'Amyrlin Sierin Vayu). Toveine viene richiamata dall'esilio da Elaida, quindi mandata da quest'ultima a distruggere la Torre Nera al comando di una cinquantina di sorelle; le informazioni ricevute da Elaida sono però scorrette, perciò Toveine viene facilmente fermata e catturata da Logain Ablar, che la lega addirittura con un legame da Custode; Toveine perciò si ripromette di vendicarsi di Elaida, non solo per i guai in cui l'ha cacciata recentemente, ma anche per il fatto che quindici anni addietro, pur essendo altrettanto colpevole, non venne punita assieme a lei; di conseguenza Toveine invia una dettagliatissima lettera all'Altissima dell'Ajah (che lei crede sia ancora Galina), sottolineando le colpe di Elaida nell'organizzare la spedizione e rivelando anche che Logain è stato guarito dalla Domatura. Quando Logain se ne va dalla Torre Nera, porta Toveine con se' e lei lo segue in quasi tutti gli eventi successivi
  • Teslyn Baradon è Illianese ha un'età di circa 130 anni e viene sempre descritta come secca ed ossuta, di brutto aspetto e di carattere asciutto; è stata Adunante per circa quindici anni e tra i suoi atti più notevoli in questo ruolo vi sono stati la partecipazione alla deposizione di Siuan Sanche e l'elezione di Elaida ad Amyrlin Seat; però, poco dopo questa elezione, Teslyn viene rimossa dalla sua posizione di Adunante, proprio dalla stessa Elaida, che vuole così dimostrare la propria autorità persino nei confronti della sua Ajah di provenienza; in seguito Elaida la invia ad Ebou Dar, come ambasciatrice della Torre Bianca, il che per Teslyn equivale quasi ad un esilio; laggiù incontra ed avverte Mat di salvaguardare Elayne e Nynaeve dalle mire di Joline ed Elaida, inoltre garantisce alle due giovani sorelle che non interferirà nei loro piani con la Coppa dei Venti (arrivando a sedare Joline con la radice biforcuta). Teslyn in seguito viene ridotta alla condizione di damane dai Seanchan quando essi conquistano Ebou Dar; viene però liberata da Mat e in seguito, tra le Aes Sedai nel suo gruppo, Teslyn è quella che collabora con lui con più solerzia; nel libro XII rimane coinvolta nella Bolla di Male che colpisce il villaggio di Hinderstrap. Teslyn si è ripromessa di vendicarsi di Elaida per come è stata trattata e per i guai in cui l'ha cacciata
  • Sashalle Anderly partecipò alla spedizione organizzata da Elaida per catturare il Drago Rinato a Cairhien; successivamente venne accidentalmente quietata da Rand al'Thor nel corso della battaglia dei Pozzi di Dumai; tenuta in custodia a Cairhien dalla Sapienti Aiel, è stata però guarita completamente da Damer Flinn (la sua stessa sorte è stata seguita dalle altre quietate come lei: Ronaille Vevanios e Irgain Fatamed); in seguito perciò ha giurato fedeltà al Drago Rinato e, trovandosi più in alto di tutte le sorelle nella gerarchia ed avendo l'appoggio della Sapienti Aiel, cerca di guidare le altre Aes Sedai rimaste a Cairhien; si intromette perciò negli affari di Lord Dobraine (Sovrintendente del Drago nel Regno) e di Samitsu (l'Aes Sedai lasciata da Cadsuane a gestire gli affari di Cairhien); Sashalle ha informato dettagliatamente la sua Ajah, a proposito della sua guarigione e di quella di Logain dalla quietatura/domatura, inoltre del fatto che le sorelle inviate contro la Torre Nera, sono state legate come Custodi
  • Silviana Brehon è stata scelta da Elaida come la sua Maestra delle Novizie nella Torre Bianca; è molto dura e severa nell'impartire le punizioni, ma viene da tutti considerata giusta. Dopo che Egwene è stata catturata e viene ridotta nuovamente al rango di una Novizia, Silviana si è ripromessa di ridurre a più miti consigli la giovane donna che non accetta la situazione, perciò Silviana la punisce molto severamente e ripetutamente ogni giorno e la minaccia anche di usare più volte al giorno la guarigione, per poter ricominciare a punirla di nuovo, a causa della sua continua ribellione; alla fine però Silviana si convince e si rassegna sempre più al fatto di non poter piegare la volontà ferrea di Egwene ed inizia anzi a provare un certo rispetto per lei, sia per il suo stoicismo, che per le sue convinzioni su ciò che sia giusto e sbagliato per la Torre e sui guai che Elaida ha provocato. Nel XII libro Silviana prende apertamente le difese di Egwene di fronte ad Elaida ed al Consiglio, perciò Elaida la destituisce e la fa imprigionare, provocando però anche una grave spaccatura nella stessa Ajah Rossa. Quando Egwene riunifica la Torre e viene rieletta come unica Amyrlin, fa liberare Silviana e la nomina come sua nuova Custode degli Annali, perché è stata l'unica sorella ad avere avuto il coraggio di ribellarsi ai guasti provocati da Elaida e perché, in quanto rossa, può fungere da collegamento con questa Ajah, a lei finora avversa; nel ruolo di Custode degli Annali, Silviana si dimostra subito molto competente
  • Tsutama Rath come già anticipato, è attualmente l'Altissima a capo dell'Ajah Rossa. Era già comparsa brevemente nel prequel "Nuova Primavera", dove viene definita bellissima, dagli occhi duri e fieri, con lunghi capelli neri ed un gran seno. In Nuova Primavera è la settima Adunante a prendere da parte Moiraine nella stessa giornata per parlarle di Cairhien, ma è la prima a chiederle esplicitamente se ha mai preso in considerazione di diventare regina di Cairhien lei stessa. A partire dal settimo libro, si viene a sapere che Tsutama è ormai una ex Adunante e che, circa quindici anni addietro, assieme a Lirene e Toveine, venne rimossa dalla sua posizione e severamente castigata e mandata in esilio, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali. Negli ultimi libri pubblicati si viene a sapere che Tsutama è stata richiamata dall'esilio e che è stata eletta come nuovo capo dell'Ajah, dopo la scomparsa di Galina. Come Altissima, Tsutama, viene descritta da Pevara come una persona dal nervosismo tenuto a freno a mala pena, molto più feroce di quanto fosse stata e fin troppo amante del lusso, forse perché nei molti anni di esilio, ha dovuto subire molte privazioni. Comunque Tustama prende atto delle ormai indifendibili e disastrose azioni di Elaida e della nuova situazione venutasi a creare con gli incanalatori maschi, perciò appoggia l'idea di Tarna di fare legare come Custodi delle Rosse alcuni Asha'man (e nonostante lei non ami affatto il genere maschile), di conseguenza incarica l'Adunante Pevara di raccogliere un adeguato numero di sorelle e di compiere questa delicata e pericolosa missione; Tsutama ha superato i 100 anni di età
  • Javindhra Doraille ha superato i 100 anni di età ed ha una personalità particolarmente dura; è un'Adunante che partecipa alla deposizione di Siuan ed all'elezione di Elaida; nell'undicesimo libro, su ordine di Tsutama, segue Tarna e Pevara ed altre sorelle nel proporre a Mazrim Taim di legare alcuni Asha'man come Custodi, un piano che comunque Javindhra aveva discusso ed alla fine accettato
  • Lirene Doirellin ha superato i cento anni di età ed è Cairhienese e come tale risulta molto minuta; all'incirca quindici anni prima Lirene era una Adunante, che venne severamente castigata e mandata in esilio, assieme a Tsutama e Toveine, come monito e punizione per l'intera Ajah Rossa, colpevole di aver compiuto diversi atti illegali; nel libro undicesimo la ritroviamo alla Torre Bianca, ritornata dall'esilio e delle tre adunanti esiliate è quella che ha avuto il carattere più provato; durante una lezione tenuta ad Egwene, ridotta nuovamente al rango di novizia, Lirene si lascia sfuggire che Elaida ha compiuto degli errori davvero fatali
  • Amira Moselle era una sorella tarchiata e che portava i suoi capelli in lunghe treccine alla moda Tarabonese; Amira venne nominata Maestra delle Novizie dall'Amyrlin Sierin Vayu, che pur provenendo dall'Ajah Grigia, scelse due sorelle rosse quali più strette collaboratrici. In seguito Amira venne eletta Adunante, ma si ritirò da questo ruolo per l'intervento dell'Altissima Galina ed il suo posto nel Consiglio della Torre venne occupato da Elaida. Amira successivamente partecipò alla spedizione che tentò di rapire il Drago Rinato, ma fu una delle sorelle che persero la vita nel corso della Battaglia dei Pozzi di Dumai
  • Covarla Baldene è una sorella con i capelli pallidi, che ha circa settantacinque-ottanta anni. Covarla venne mandata a Cairhien nella spedizione guidata da Galina, che tentò di rapire il Drago Rinato, e fu una delle dodici sorelle che riuscirono a fuggire nel corso della Battaglia dei Pozzi di Dumai. Essendo Covarla la più alta nella gerarchia delle fuggitive, fu lei a dover tornare a Tar Valon per riferire in segreto ad Elaida dell'esito disastroso della spedizione. Elaida perciò, per evitare di subire il biasimo del Consiglio, ordinò a Covarla di ritirarsi con discrezione nel villaggio di Dorlan, assieme alle altre sorelle ed ai Cuccioli di Gawyn. Covarla e le altre restarono quindi tagliate fuori dalla Torre Bianca quando Tar Valon venne posta sotto assedio dalle Aes Sedai ribelli. In seguito arrivarono per breve tempo a Dorlan, prima Tarna e poi Katerine, le quali a turno presero il comando del posto, per poi riuscire a trovare i mezzi per raggiungere Tar Valon. Quindi infine Elaida mandò a Dorlan Narenwin Barda, una sorella gialla; Narewin prese il comando a Covarla e mise in atto l'ordine di compiere azioni di guerriglia contro l'esercito delle ribelli. Nel corso del Libro XII Katerine è ritornata brevemente a Dorlan su ordine di Elaida: Katerine ha insegnato a Covarla e Narewin come viaggiare per colpire meglio i nemici, ma si è però lasciata sfuggire di fronte a loro ed a Gawyn la sorte di Egwene.

Membri storici

  • Tetsuan fu Amyrlin Seat al tempo delle Guerre Trolloc; grazie al suo ruolo, ritardò di proposito gli aiuti al Regno di Manetheren assaltato dai Trolloc, per gelosia nei confronti della regina Eldrene, una sorella appartenente ad un'altra Ajah e che era la moglie del celebre re Aemon; a causa di questo ritardo Tetsuan provocò la completa distruzione del Regno di Manetheren e la morte di migliaia di persone. Dopo il disastro il suo operato venne però scoperto e perciò venne deposta e quietata
  • Bonwhin Meraighdin fu Amyrlin Seat al tempo del grande imperatore Artur Hawkwing e governò per 53 anni; quando Artur Hawkwing sbaragliò il Falso Drago Guaire Amalasan e lo portò a Tar Valon per essere domato, l'Amyrlin Bonwhin trattò il vincitore in modo scortese, ordinandogli di lasciare la città entro pochi giorni. In seguito quando Artur Hawkwing costruì il suo grande impero, l'Amyrlin Bonwhin cercò di manipolarlo, ma alla fine tutto ciò che ottenne fu l'espulsione delle Aes Sedai da tutti i suoi domini ed il ventennale assedio di Tar Valon. Per questi disastrosi fallimenti alla fine venne deposta, quietata e sostituita da una Azzurra, fu l'ultima Amyrlin proveniente dall'Ajah Rossa prima di Elaida.

Elenco completo

Di seguito vengono elencati in ordine alfabetico tutti i membri dell'Ajah nominati nel corso dei libri.

  1. Amira Moselle (vedi sopra)
  2. Barasine (coinvolta nella cattura di Egwene ai porti, è molto dura)
  3. Bonwhin Meraighdin (vedi sopra)
  4. Cariandre (scorta nella Torre il re di Illian Mattin Stepaneos)
  5. Chisaine Nurbaya (catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
  6. Covarla Baldene (vedi sopra)
  7. Desala Nevanche (viene scelta da Pevara nel gruppo che deve legare gli Asha'man)
  8. Duhara Basaheen (vedi Ajah Nera)
  9. Elaida a'Roihan (vedi articolo)
  10. Galina Casban (vedi Ajah Nera)
  11. Innina Darenhold (catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
  12. Janine Pavlara (giovane sorella priva del look senza età, viene catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
  13. Jamilila Norsish (sorella debole ed anziana che fugge dalla Torre all'avvento di Egwene, probabilmente fa parte dell'Ajah Nera)
  14. Javindhra Doraille (vedi sopra)
  15. Jenare (viene legata contro la sua volontà dall'Asha'man Welyn Kajima)
  16. Jezrail (dal buon carattere, protegge Egwene da Katerine, viene scelta da Pevara nel gruppo che deve legare gli Asha'man)
  17. Katerine Alruddin (vedi Ajah Nera)
  18. Laigin Arnault (muore nel corso della Battaglia dei Pozzi di Dumai)
  19. Lemai (viene legata contro la sua volontà da un Asha'man)
  20. Liandrin (vedi Ajah Nera)
  21. Lirene Doirellin (vedi sopra)
  22. Melare (viene scelta da Pevara nel gruppo che deve legare gli Asha'man)
  23. Memara (inviata come ambasciatrice in Saldea per tenere sotto controllo la regina Tenobia)
  24. Nesita (vedi Ajah Nera)
  25. Notasha (viene ferita durante il raid Seanchan contro la Torre)
  26. Patrinda (viene messa a guardia della cella di Egwene nel Libro XII)
  27. Pevara Tazanovni (vedi sopra)
  28. Sashalle Anderly (vedi sopra)
  29. Silviana Brehon (vedi sopra)
  30. Tarna Feir (vedi sopra)
  31. Tesien Jorhald (una anziana sorella Rossa)
  32. Teslyn Baradon (vedi sopra)
  33. Tetsuan (vedi sopra)
  34. Toveine Gazal (vedi sopra)
  35. Tsutama Rath (vedi sopra)
  36. Turese (giovane sorella messa a guardia della stanza di Egwene nel Libro XII)
  37. Vayelle Kamsa (catturata ai Pozzi di Dumai, è una delle ultime a giurare fedeltà al Drago Rinato)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.